Carta Cultura Per Diciottenni Classe 1998/99

I diciotto anni si attendono sempre con grande frenesia e aspettative. Sembra un vero e proprio traguardo da raggiungere per toccarlo appena e iniziare quella fuga verso il futuro.

Quasi a qualsiasi livello, anche se con poche risorse economiche, il diciottesimo compleanno nell’immaginario comune merita di essere accolto e festeggiato alla grande.

Ed infatti c’è chi programma la festa in grande stile, chi progetta una vacanza, chi decide – per scelta o necessità – di trasferirsi altrove, chi anela alla patente di guida, chi dispone una vera e propria “lista compleanno” con dovizia di elenco regali e tanto altro.

Chi lo avrebbe mai detto, però, che ad un regalo di compleanno avrebbe provveduto anche il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e la Presidenza del Consiglio dei Ministri che, dall’alto della loro funzione istituzionale, hanno pensato bene di omaggiare il neo diciottenne di una cosiddetta “carta cultura”, più comunemente detta “bonus cultura”.

E se si è dimenticato di inserire nella lista dei regali anche questo, se lo si desidera, si è sempre in tempo per poterlo ricevere. Ecco come e da quando.

Gli aventi diritto sono i diciottenni del 2016 e, a seguito della conferma del bonus con la Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232, comma 626), anche quelli che compiono 18 anni nel 2017.

Il beneficio in questione è riservato a tutti i cittadini residenti in Italia e, ove previsto, anche a quelli in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità.

Per divulgare questa iniziativa, già dal 2016 (in quanto questo bonus era stato inizialmente previsto per i nati nel 1998) era stata avviata dal governo una vera e propria campagna pubblicitaria con il video che troverete qui.

L’importo che verrà assegnato a ciascun richiedente in possesso dei requisiti sopra citati è di € 500 mediante una Carta elettronica da usare per l’acquisto di prodotti e servizi culturali: cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza.

Per ottenere il bonus cultura, i neo maggiorenni devono registrarsi sul sito “18app La cultura che ti piace” (un’applicazione web) entro il 30 giugno 2017 e spendere i 500 euro entro il 31 dicembre 2017, rivolgendosi esclusivamente agli esercenti fisici e online che aderiscono all’iniziativa. Qui la pagina Web per trovare l’esercente.

Come procedere alla creazione dei buoni fino a 500 euro è facilmente comprensibile e, tra l’altro, il sito di riferimento è molto chiaro. Lo è ancor più per ragazzi che lo smartphone, il tablet o il computer lo usano ormai per ogni tipo di operazione.

Sarà dunque intuitivo sapere come accedere a “18app” con la propria identità digitale (SPID, cioè Sistema Pubblico di Identità Digitale) composta da credenziali (nome utente e password) e, se non in possesso, come richiederla.

A tal proposito, bisogna rivolgersi ad uno degli Identity Provider (Infocert, Poste Italiane, Sielte o Tim), alcuni a pagamento, altri gratuiti, il cui elenco completo lo si può trovare a questo link.

Sul sito c’è una sezione, di ben 14 pagine, dedicata alle “Domande frequenti diciottenni -> SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA’ DIGITALE” e, all’interrogativo “Cosa posso acquistare attraverso 18app con il Bonus Cultura”, la risposta mi sembra opportuno trascriverla qui di seguito.

Puoi acquistare (entro dicembre 2017) beni per un totale di 500€, esclusivamente riconducibili ai seguenti ambiti: a. Cinema (abbonamento card/biglietto d’ingresso) – b. Concerti (abbonamento card/biglietto d’ingresso) – c. Eventi culturali (biglietto d’ingresso a festival, fiere culturali, circhi) – d. Libri (audiolibro, ebook, libro) – e. Musei, monumenti e parchi (abbonamento card/biglietto d’ingresso) – f. Teatro e danza (abbonamento card/biglietto d’ingresso).

Si possono acquistare anche abbonamenti (ma singolarmente), infatti si può comprare solo un’unità di ciascun bene.

Non si possono acquistare CD o DVD, le spese di spedizione sono comprese nel bonus cultura e si deve tenerne conto in fase di generazione del buono.

Una perplessità: se il termine per registrarsi è fissato al 30 giugno 2017 – anche se il bonus può essere speso entro il 31 dicembre del medesimo anno – sarebbero tagliati fuori tutti i ragazzi che compiranno i 18 anni dal 1° luglio 2017 al 31 dicembre 2017?

Proverò a saperne di più e, se dovessi avere qualche novità in merito a questo mio dubbio, il prossimo “regalo” (si fa per dire) sarà il mio!

Commenta